Dirigente medico di psichiatria dal 1985: Assistente Psichiatra presso Ospedale Civico di Palermo. Dal 30/09/88 al 30/09/91 aiuto psichiatra presso Ospedale Civico di Partinico. Dal 01/10/91 al 25/01/03 Responasabile CSM Misilmeri. Dal 26/01/06 a oggi Responsabile SPDC1 Ospedale Civico. Medico della carriera direttiva del Ministeri di Grazia e Giustizia: dal 01/09/84 al 31/05/85 presso OPG Barcellona Pozzo di Gotto (ME).    

                     Luomo che ride

Medico frequentatore University di Roma "Tor Vergata" .

Laureata sia in Lettere che in Filosofia, si è formata in psicodinamica dell'età evolutiva presso la II Cattedra di Neuropsichiatria Infantile dell'Università di Roma "La Sapienza". Attualmente, nella stessa Università, è cultore della materia presso la Cattedra di Psicologia della Facoltà di Filosofia, per la quale ha tenuto alcuni seminari. Ha lavorato come insegnante presso l'Ospedale pediatrico "Bambin Gesu" di Roma. Ha pubblicato lavori di didattica sperimentale su riviste e in atti di convegni specialistici.

                                  La madre mito e psicologia

Francesco Stoppa, è professore ordinario al Dipartimento di Scienze Psicologiche, della Salute e del Territorio.

Dirige il centro di Antropologia Territoriale degli Abruzzi. Ha completato il suo dottorato in Scienze della Terra nel 1988. È stato ricercatore presso l'Università di Perugia e attualmente è professore Ordinario di Geochimica e Vulcanologia all'Università G.d'Annunzio di Chieti. È responsabile di numerose convenzioni internazionali (Cina, Russia, Inghilterra), è referente di programmi Socrates and l'University College di Londra e l'Università di Oulu-Finlandia.
Tiene i corsi di Geochimica generale, Magmatologia, Vulcanologia presso l'Ateneo G.d'Annunzio. I principali interessi scientifici del prof. F. Stoppa riguardano lo studio dei magmi ultramafici alcalini. È considerato uno dei maggiori esperti in campo internazionale di carbonatiti estrusive, di cui ha scoperto e studiato numerosi nuovi affioramenti sia in Europa che in Africa. Guida un gruppo di Ricerca internazionale molto attivo nel settore dello studio della composizione del mantello e dei magmi mafico-ultramafici. Il suo approccio si basa sia su metodi di tipo vulcanologico che geochimico verificati a livello geologico mediante un controllo incrociato di tipo tettonico strutturale.
I principlai filoni di ricerca sono:
1 Rocce potassiche e carbonatiti in Italia;
2 Magmatismo lamprofirico
3 Distribuzione delle vulcaniti Plio-pleistoceniche in italia e loro relazioni con il contesto tettonico del mediterraneo;
4 Vulcanologia, modelli di propagazione e precursori delle brecce diatremiche (tuffisiti)
5 Metasomatismo mantellico
6 Caratterizzazione geochimica e significato di end-members mantellici

Le aree di studio sono: Italia centro-meridionale; Toro-Ankole and Bufumbira, Uganda; Canarie e Calatrava, Spagna; Cina Centrale. In campo geo-ambientale ha curato numerosissimi progetti riguardanti il restauro e la valorizzazione dei monumenti geologici a valenza vulcanologica e si occupa attivamente di museografia scientifica.

la festa delle bambole volanti

 

Selvaggio

Poeta, saggista, traduttore e critico letterario, Mario SELVAGGIO è Ricercatore di Letteratura Francese presso la Facoltà di Studi Umanistici dell'Università di Cagliari.

Specialista della letteratura francofona canadese e maghrebina contemporanea, si è occupato in particolare della produzione poetica di Gaston Miron e dello scrittore fran-co-marocchino Tahar Ben Jelloun.

È autore di numerosi saggi sulla lingua, la letteratura e la civiltà francese. Ricordiamo, in particolare, i saggi critici Gaston Miron, la poesia, la vita (Schena Editore, 2010) e La città e le sue rappresentazioni nell’opera di Tahar Ben Jelloun (Edizioni Universitarie Romane, 2013).

Da anni impegnato nell'ambito della traduzione letteraria, ha curato l'edizione italiana di numerose raccolte poetiche di autori francesi e francofoni (Gaston Miron, Olivier Marchand, Alice Machado, Matthias Vincenot, Éric Sivry, Sylvie Biriouk, Jean-François Blavin, Marianne Walter, Jacques-François Dussottier, Hédi Bouraoui, Rome Deguergue, Maggy De Coster, Camille Aubaude, Ode, Assia Djebar, Giovanni Doto-li). Nel giugno del 2016, il "Cénacle Européen Francophone. Poésie Arts Lettres", con sede a Parigi, gli ha attribuito il 'Prix Horace' per la traduzione.

Per le Edizioni Universitarie Romane ha creato e dirige con Giovanni Dotoli le seguenti collane: «Les Grands Classiques de la Poésie romantique française - I Grandi Classici della Poesia romantica francese», «Les Poètes intuitistes - I Poeti intuitisti», «Poesia per ragazzi», «Narrativa per ragazzi», «Treno e Immaginario», «Voix de la Méditerranée - Voci dal Mediterraneo», «Les Dictionnaires de notre Temps - I Dizionari del nostro Tempo» (quest'ultima condiretta insieme ad Alain Rey), «Arbre et Imaginaire-Albero e Immaginario».

Dal 2014, dirige con Giovanni Dotoli «Skené. Revue de Littérature française et italienne contemporaines - Rivista di Letteratura francese e italiana contemporanee» (Schena Editore - Alain Baudry et Cie).

Avvicinatosi al Gruppo intuitista grazie a Giovanni Dotoli, ha contribuito a diffondere da un punto di vista accademico ed editoriale la poetica intuitista nel nostro Paese. Ha curato l'edizione italiana del Manifesto Pour un Art de l’Intuition di Éric Sivry (Per un’Arte dell’Intuizione. Saggi di poetica intuitista, prefazione di Giovanni Dotoli, postfazione di Sylvie Biriouk, Apes Editrice, 2012). Ha curato con Giovanni Dotoli ed Éric Sivry il florilegio lirico e artistico Au-delà de l’instant. Anthologie des poètes intuitistes / Al di là dell’istante. Antologia dei poeti intuitisti (Fasano - Parigi, Schena Editore - Alain Baudry et Cie, 2013).

Insieme a Giovanni Dotoli, ha editato gli Atti del primo Convegno organizzato in Italia sull'Intuitismo (Cagliari, 10-11 maggio 2013): Des Avant-gardes à l’Intuitisme. Regards croisés, Fasano - Parigi, Schena Editore - Alain Baudry et Cie, 2013.

La città epngIl treno e le sueLalgérieLe DictionnaireENTRE LITALIE ET LESPAGNEENTRE Ciel etMedaglioni poetici FRONTE CopertinaSussurri del silenzio Copertina EUR 2017Memoria dassenzaLulivo e la sua simb. FrontePrima che spunti lalba Copertina

È professore associato di Lingua e Traduzione Francese presso il Dipartimento di Scienze politiche della Sapienza-Università di Roma. Si è occupata del Preromanticismo francese e della poetica di alcuni scrittori del XIX e del XX secolo, in particolare della produzione romanzesca e drammaturgica di Villiers de l’Isle-Adam e del rapporto fra romanzo e storia in Michel Houellebecq. Alcune sue ricerche si sono concentrate sul lessico anarchico del XIX secolo, sulla lingua dei viaggiatori francesi in Italia durante il Ventennio, sulla lingua dei “beurs” e sulla realtà delle periferie, in particolare nei romanzi di Mehdi Charef. Attualmente si occupa del discorso sulla “Politica dell’edilizia”, del sociale e dell'immigrazione in Francia, dall’Ottocento a oggi.

La casa di Alexina Fronte Copertina

Esercita come psicologo e psicoterapeuta. Si occupa del trattamento in gruppo di utenti psichiatrici gravi nei Servizi Pubblici di Roma. Ha pubblicato Abitare. Dodici storie ai margini (Edizioni Universitarie Romane, 2006).

                            Abitare dodici storie ai margini

Psicologo, lavora in una Unità Operativa per le Farmacotossicodipendenze e l’Alcolismo alla periferia di Napoli.

Eroiniche vite Fronte Copertina

Psicologo - psicoterapeuta, consulente tecnico d'ufficio presso il Tribunale di Pistoia, membro della North American Society of Adlerian Psychology e della Adlerian Psychology Association British Columbia.

                           Insieme per sempre